L’AUTOSTIMA

L’autostima è essenziale per la sopravvivenza psicologica.

Come esseri umani siamo in grado di definire chi siamo. Risultati immagini per autostima
L’autostima non viene nutrita soltanto dagli apprezzamenti che riusciamo ad ottenere dall’esterno e da quello che gli altri pensano di noi, ma anche, e soprattutto, da ciò che noi abbiamo interiorizzato e sentiamo per noi stessi.
La mancanza di autostima produce un bisogno costante di appoggio esterno: il bisogno di essere stimato dagli altri. E poiché questo appoggio ambientale viene cercato come conseguenza del proprio concetto di sé, non può mai apportare un contributo alla crescita del sé.
Ogni persona vive nel mondo privato e unico delle proprie percezioni e reagisce all’ambiente attraverso l’apertura della propria consapevolezza personale. Risultati immagini per autostima
Il bambino nel corso della crescita gradualmente impara a distinguere la parte del suo mondo privato che “me” e la parte che è “non me”, quella che è sua da quella che non è sua. Nel corso dello sviluppo graduale del senso di sé, il bambino attribuisce un valore positivo o negativo alle esperienze, vissute rispettivamente come soddisfacenti e nutrienti o minacciose.
Poiché tutte le persone hanno bisogno di essere accettate, specialmente durante l’infanzia, la valutazione da parte di altri può incidere sul processo di autovalutazione organismica dell’individuo. Eventuali conflitti tra le proprie valutazioni e quelle degli altri possono costringere l’individuo a diffidare del suo senso di sé interno e a considerarlo pericoloso e da rifiutare.
Risultati immagini per autostimaOppure, il bambino può introiettare i valori dei genitori o di altre figure significative e considerarli propri.
Quando una percezione in disaccordo con la struttura del sé raggiunge la coscienza, l’individuo nega o distorce il suo significato. In questo modo la persona incanala e riduce le informazioni e i comportamenti a sua disposizione, confermando la struttura del sé come autodefinizione della propria identità. Quando esiste una sostanziale discrepanza tra l’esperienza organismica e il concetto di sé, si creano tensioni e ansia, come risultato del conflitto tra lo sforzo dell’organismo di soddisfare i propri bisogni e il tentativo del sé cosciente di restare inconsapevole di tali bisogni.
Scopo della terapia è, secondo Rogers, la ristrutturazione del sé. Il processo di ristrutturazione può essere attuato soltanto dall’individuo stesso. Risultati immagini per autostimaMeta principale della terapia rogersiana è quella di creare una relazione calda, empatica, congruente, non direttiva tra il terapeuta e il cliente, che permetta al cliente di imparare a determinare responsabilmente le mete personali e ad agire per raggiungerle.
Le persone con una alta stima di sé sviluppano una propria identità e non vivono in base agli introietti imposti loro dagli altri mentre la paura del rifiuto porta l’individuo a nascondere o a negare la propria espressione autentica.
Secondo recenti prospettive di ricerca, le persone con bassa autostima non sempre sarebbero caratterizzate dalla presenza di odio di sé. Caratteristica comune alla persone con bassa autostima sarebbe piuttosto l’assenza di amore per sé e l’incapacità di riconoscere in sé qualità positive (Baumeister, 1993). Risultati immagini per autostima
Un concetto di sé scarsamente definito e inconsistente (Campbell, lavallee, 1993) condurrebbe ad autodescrizioni e presentazioni di sé neutrali, moderate e non impegnative con una modalità autoprotettiva (self-protective), tendente al mantenimento dell’autostima (Tice, 1993), piuttosto che all’auto-innalzamento” (self-enhancement).
Il segreto è capire cosa si ha intenzione di fare, decidere cosa è meglio e portarlo avanti (Giusti, 1995).

di Nicola Basso

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama ora!